Approfondimenti

AIRFREE e REVITALISOR

 

INDICE:

 

1. RESPIRARE ARIA IONIZZATA

2. I PURIFICATORI D'ARIA CROMOTERAPICI

3. IL DISINFETTANTE NATURALE VEGETALE BIO5

4. LA PIOGGIA ACIDA

5. IL BUCO DELL'OZONO

6. L'EFFETTO SERRA

 

1. RESPIRARE ARIA IONIZZATA 

benefici sulla nostra salute

 

Una giusta quantità di ioni negativi rende l’Aria più vitale e frizzante: gli ioni negativi influiscono sul sistema nervoso, con effetto rilassante e consentendo una maggiore concentrazione; inoltre facilitano l’acquisizione nei polmoni dell’ossigeno contenuto nell’aria, migliorano tra l’altro le difese del sistema immunitario, con drastica riduzione delle allergie respiratorie e svolgono un’azione benefica su tutto il sistema cardiovascolare ed endocrino.

Le apparecchiature Ionizzanti, favoriscono certamente l’abbattimento di fumi, polveri e odori, nonché una apprezzabile distruzione della carica batterica ambientale, che si deposita al suolo, divenendo così molto meno aggressiva sull’organismo umano.

Possiamo dire che la Ionizzazione dell’Aria ci consente di respirare, e quindi assumere, meno tossine e altri agenti inquinanti, di cui l’aria delle nostre città è satura.

Ionizzazione naturale dell'Aria durante un temporale.

 

 

 

2. I PURIFICATORI D'ARIA CROMOTERAPICI

 

consentono sia l’illuminazione con i diversi colori in movimento, sia di fissare il colore di luce desiderato, tramite un selettore.  In determinate condizioni il corpo e la mente, traggono beneficio dall’esposizione ad alcuni colori, in quanto le diverse tinte offrono sensazioni e stimoli di varia natura:

Rosso  -  è stimolante fisico e delle emozioni  -  favorisce la passione e l’ambizione  -  aumenta la vitalità  -  è energizzante;

Giallo  -  rilassante  -  riduce le tensioni muscolari dovute a nervosismo e stato d’ansia  -  stimola la digestione  -  è adatto alle persone insicure, perché coinvolgente  -  infonde fiducia e sicurezza, donando gioia; 

Verde  -  favorisce l’ispirazione e l’apertura a desideri e sogni  -  porta stabilità ed equilibrio psico-fisico  -  rasserenante;

Turchese  -  calmante  -  sollecita interesse, per la lettura, lo studio, ecc.  -  scioglie le tensioni;

Blu  -  dona pace e tranquillità  -  ottimo per la meditazione e la comunicazione interpersonale.

 

 

3. IL DISINFETTANTE NATURALE VEGETALE BIO5, nei diversi oli essenziali, svolge Aromaterapia ed è Deodorante:  

disinfetta, avvolgendoli e facendoli precipitare: pollini  -  polveri  -  particelle di acari della polvere   funghi  -  muffe  -  batteri e virus;

elimina odori quali: vapori sgradevoli originati dalla preparazione dei cibi  -  fumo di tabacco  -  odori di animali domestici;

all’interno della camera del Revitalizzatore, la soluzione viene continuamente spruzzata in goccioline fini, occupando densamente lo spazio d’aria: le sostanze inquinanti vengono aerotrasportate e fatte precipitare, mentre dalla sommità della camera fuoriesce una fragranza rinfrescante. 

Quindi, l’utilizzo del solo potere naturale di movimento dell’acqua, accompagnato dagli estratti botanici del Bio5, rimuove l’aria inquinata, gli odori ed i batteri, restituendo un’aria revitalizzata, con una fragranza naturale e rilassante, umidifica e ionizza per il massimo comfort abitativo, consegnando aria pulita e fresca in soli pochi minuti dall’accensione.

 

 

 

4.  LA PIOGGIA ACIDA

Si intende il processo di ricaduta dall’Atmosfera di particelle, gas e precipitazioni acide. Le piogge acide sono causate essenzialmente dagli Ossidi di zolfo (SOx) e, in parte minore, dagli Ossidi d'azoto (NOx), presenti in atmosfera, per cause naturali e per effetto delle attività umane.

Quando questi gas entrano in contatto con l’Acqua atmosferica, si originano degli Acidi prima della deposizione. In presenza di acqua gli ossidi di zolfo originano l’Acido solforico, mentre gli ossidi di azoto si trasformano in Acido nitrico; di conseguenza queste sostanze causano un’acidificazione delle precipitazioni. In effetti, da alcuni decenni, in molte zone del pianeta, si sono registrate precipitazioni piovose, nevose, nebbie e rugiade, con valori di pH significativamente più bassi del normale (pH 5,5), cioè compresi tra 2 e 5. 

L’azione degli acidi, che si formano direttamente in sospensione oppure al suolo, provoca l’acidificazione di laghi e corsi d’acqua, danneggiando la vegetazione (soprattutto ad alte quote). Oltre a questo, le piogge acide, accelerano il decadimento dei materiali da costruzione e delle vernici; compromettono poi la bellezza ed il decoro degli edifici e dei monumenti architettonici.

ARIA PULITA - Val Pusteria - Dobbiaco (BZ).

 

5.  IL BUCO DELL'OZONO

La stratosfera terrestre contiene una concentrazione relativamente alta di Ozono, un gas costituito da tre atomi di ossigeno (O3). Lo strato intorno all’Atmosfera si è formato in milioni di anni, per effetto dell’attività delle alghe verdi-azzurre.

Rappresenta un vero e proprio schermo nei confronti delle pericolose radiazioni ultraviolette (raggi UV) provenienti dal Sole.

Ogni anno, durante la primavera dell’emisfero australe, la concentrazione dell’Ozono stratosferico nell’area situata in prossimità del Polo Sud, diminuisce a causa di variazioni naturali.

Purtroppo, a causa degli inquinanti rilasciati in atmosfera, sin dalla metà degli anni settanta, questa periodica diminuzione è diventata sempre più grande, tanto da indurre a parlare del fenomeno come del “Buco dell’ Ozono”. Recentemente si è comunque individuato un assottigliamento della fascia di ozono, anche in una piccola zona al polo Nord, sopra il Mare Artico, fatto che potrebbe preludere alla formazione di un altro buco dalla parte opposta.
 

Il problema è estremamente importante in quanto una riduzione dell’effetto schermante dell’ozono, comporta un conseguente aumento dei raggi UV che giungono sulla superficie della Terra.

Nell’Uomo l’eccessiva esposizione a questi raggi è correlata ad un aumento del rischio di cancro della pelle, generato a seguito delle mutazioni indotte nel DNA delle cellule epiteliali.

I raggi ultravioletti possono causare inoltre una inibizione parziale della fotosintesi delle piante, causandone un rallentamento della crescita e, nel caso si tratti di piante coltivate, una diminuzione dei raccolti. I raggi UV possono anche diminuire l’attività fotosintetica del fitoplancton, che si trova alla base della catena alimentare marina, causando di conseguenza uno scompenso notevole a carico degli ecosistemi oceanici.

Goddard Space Flight Center della NASA: in primo piano in

penombra è visibile il Sud America.


 

ARIA PULITA - Riserva Naturale Orientata Monte Cofano (TP).

 

6.  L'EFFETTO SERRA

In inverno, durante la notte, quando il cielo è sereno, la temperatura scende rapidamente ed al mattino fa molto freddo. Se invece il cielo è nuvoloso, la temperatura si mantiene più mite.

Tutto questo accade, perché durante il giorno la Terra viene riscaldata dal Sole, ma durante la notte il nostro pianeta emette Raggi Infrarossi verso lo spazio ed in questo modo perde calore.

Le Nubi hanno l'effetto di una coperta, schermano i raggi diretti verso lo spazio e trattengono il calore.

La stessa cosa succede all'interno di una serra: i raggi del sole entrano attraverso i vetri e riscaldano l'interno, la radiazione infrarossa (calore) viene invece schermata dai vetri e trattenuta all'interno. La Luce che ci arriva dal Sole, è formata dalle Onde Elettromagnetiche, vibrazioni di campi magnetici ed elettrici, che si propagano nello spazio e viaggiano alla velocità della luce: 300.000 km/sec, 1.080.000.000 di chilometri l'ora!

Ogni onda elettromagnetica ha una lunghezza d'onda ed una frequenza (quante onde passano al secondo) definita. 

Radiazione del Rosso.

Qui è rappresentata un'onda elettromagnetica corrispondente al colore rosso. La sua lunghezza d'onda è 700 nanometri (milionesimi di millimetro) e la sua frequenza è di 428.570 GHz, che corrisponde a 428.570 miliardi di cicli al secondo.

Tutte le onde elettromagnetiche sono classificate in base alle loro frequenze caratteristiche all'interno di quello che è noto come Spettro Elettromagnetico.

Le onde che hanno una frequenza molto alta, hanno anche un'alta capacità di penetrare all'interno della materia.

I Raggi Ultravioletti attraversano i primi millimetri della nostra pelle e stimolano le cellule a produrre melanina, che ci fa abbronzare.

I Raggi Infrarossi che vengono emessi da un oggetto caldo, hanno una frequenza più bassa e non hanno la capacità di attraversare alcuni materiali, in questo modo vengono facilmente schermati. 

È questo il motivo per cui la luce ed i raggi ultravioletti del sole, attraversano il vetro della serra, mentre i raggi infrarossi non riescono ad uscire. 

L'Effetto Serra è un fenomeno atmosferico-climatico, che indica la capacità del pianeta di trattenere nella propria atmosfera parte dell'energia solare proveniente dal Sole. Fa parte dunque dei complessi meccanismi di regolazione dell'equilibrio termico di un pianeta e agisce attraverso la presenza in atmosfera di alcuni gas, che hanno come effetto globale quello di mitigare la temperatura dell'atmosfera terrestre, isolandola parzialmente dai grandi sbalzi od escursioni termiche, cui sarebbe soggetta la Terra in loro assenza. Per dare un'idea dell'entità del fenomeno, in assenza di gas serra, dall'equazione di equilibrio tra radiazione entrante e quella uscente, si trova che la temperatura superficiale media della Terra sarebbe di circa -18°C mentre, grazie alla presenza dei gas serra in primis e del resto dell'atmosfera, il valore reale/effettivo è di circa +14°C, ovvero molto al di sopra del punto di congelamento dell'acqua, consentendo così la vita.

L'Inquinamento atmosferico dovuto alla continua e crescente combustione di fonti fossili a scopo energetico, alla deforestazione tropicale, all'agricoltura industrializzata e all'estensione della zootecnia, determina un aumento dei Gas Serra, in particolare dell'Anidride carbonica (CO2), del Metano (CH4), dell'Ossido di Azoto (N2O) e dell'Ozono (O3), innalzando così l'effetto serra naturale, di una componente antropica, dando origine ai cambiamenti climatici attuali, sotto forma di Riscaldamento Globale.

L'aumento della temperatura media del globo di 2, 3°C, sarebbe sufficiente ad innalzare il livello del mare di circa 70 cm, con conseguenze catastrofiche per tutto il pianeta.

Una conseguenza dell'Effetto Serra, sono gli improvvisi sbalzi climatici: ondate di caldo e di freddo fuori stagione, che vanno a danneggiare le coltivazioni e la crescita della vegetazione, il formarsi di lunghi periodi di siccità o di pioggia con grandi alluvioni, tempeste ed uragani più frequenti, frane ecc.

Periodo 1960-2000: andamento della concentrazione di CO2 e variazione di temperatura:

 

 

 

 

ARIA PULITA - Faro di Punta Palascìa, Capo d'Otranto (LE).
Stampa Stampa | Mappa del sito
© Nova Vita srl Fratelli Rosselli, 198 - 32100 Belluno Partita IVA e C.F.: 01129260251